FEDERICO LUGER

 

The Swiss Alps

The Swiss Alps, the End of the Illusion

A solid political system, a country that being neutral does not know what war is, plus bank privacy, all this has made of Switzerland a safe shelter for transnational capital. Thanks to these significant advantages in comparison with its foreign competitors, the Swiss financial center has known a constant growth for more than seventy years.
This August has been a disturbing month for the Swiss banking industry: Washington and the Swiss authorities, after massive political pressure and years of negotiations, publicly announced the reaching of an agreement: the agreement is about the percentage of the fine that Swiss banks will have to pay to the US authorities in case of tax evasion by US citizens.

For Switzerland, bank secrecy represents a national issue; it is part of its national identity given that since 1934 it is expressly mentioned in the Swiss law. Putting bank secrecy into question, implies for Swiss bankers a new way in which to present themselves to the world. Bank privacy is agonizing, competition with other fiscal paradises is getting tougher; as a consequence, the Swiss illusion is becoming weaker and weaker.

This series of photographs alludes to this historical turning point, to this state of transition, to this change in the landscape: a delicate moment in the Confederation's history. These images (which would like to offer an answer) oppose themselves, through a series of small details, to the canonical idyllic calmness and permanent peace that the typical postcards picturing the Swiss Alps usually offer. In particular, this series is a reportage on the small town of Maloja: A little community located at the Engadina where Italian artist Giovanni Segantini passed the last days of his life, close to the pastoral landscapes described in the mythic novel Heidi. An ensemble of drawings of a F-18 plane from the Swiss Air Force completes the series of photographs. This plane flew over Maloja's sky on the morning of August 29th, 2013. I didn't want to take a photograph of it, but, as a kid who needs to overcome a trauma, I drew it over and over again...

Federico Luger

En Español:

Un sistema politico stabile, un paese che essendo neutrale non conosce la guerra, più il segreto bancario, han fatto della Svizzera un rifugio sicuro per i capitali transnazionali. Grazie a questi vantaggi significativi rispetto ai suoi competitori stranieri, la piazza finanziaria svizzera ha conosciuto una crescita costante che dura da più di 70 anni.

Questo agosto è stato un mese Inquietante per il settore bancario svizzero: Washington e le autorità svizzere, dopo una grossa pressione politica e tre anni di negoziazioni, giungono a un accordo, finalmente si decide e si comunica pubblicamente una cifra, detto meglio una percentuale che le banche svizzere dovranno pagare come multa alle autorità americane per i casi di evasione fiscale da parte di cittadini nordamericani.

Per la Svizzera il segreto bancario rappresenta un problema di stato, fa parte della sua identità nazionale giacché dal 1934 figura espressamente nel diritto svizzero. La sua messa in questione comporta per i banchieri svizzeri un nuovo modo di presentarsi al mondo. Il segreto bancario è agonizzante e la competizione con altri paradisi fiscali si fa più dura. Il miraggio della Svizzera si sta affievolendo sempre più.

Questa serie di fotografie intende alludere a questo momento storico, questo stato di transizione, questo cambio nel paesaggio, un momento delicato per la storia della Confederazione. Le immagini si contrappongono (vorrebbero essere una risposta) alle tipiche cartoline postali che troviamo alle Alpi svizzere, al canone idilliaco della tranquillità e della pace permanente, grazie ad alcuni piccoli dettagli presenti in queste "cartoline". In particolare, si tratta di un reportage sul paese di Maloja: piccola comunità situata all'inizio dell'Engadina, dove l'artista italiano Giovanni Segantini trascorse gli ultimi anni della sua vita, vicina ai luoghi pastorali della mitica Heidi.
La serie di fotografie si accompagna a una serie di disegni che rappresentano un aereo da guerra F-18 della aviazione svizzera. Questo aereo sorvolò il cielo di Maloja la mattina del giovedì 29 agosto 2013. Non volli fotografarlo, ma come un bambino che ha bisogno di superare un trauma, lo disegnai più volte...

Federico Luger

Home Works The Swiss Alps